Fare funzionare il sistema di monitoraggio delle attività sanitarie ed assistenziali nel sistema pubblico e privato accreditato

La legge n. 189 dell’8.11.12 (Decreto Balduzzi), all’art. 4, comma 4 prevede: “Ciascuna Regione promuove, senza nuovi o maggiori oneri a carico della
finanza pubblica, un sistema di monitoraggio delle attività assistenziali e della loro qualità finalizzato a verificare la qualità delle prestazioni delle
singole unità assistenziali delle strutture sanitarie pubbliche e private accreditate, in raccordo con il programma nazionale valutazione esiti
dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali e con il coinvolgimento dei direttori di dipartimento”.

La Regione Campania, con la Legge n. 20 del 23-12-2015 ha adeguato il sistema dei controlli, istituendo nuovamente il Servizio Ispettivo sanitario e
socio-sanitario.

Ricordando la morte di Eluana Englaro - Anche la politica di assistenza e cura degli S.V. deve cambiare verso

nl-1

ANCHE PER LA POLITICA DI ASSISTENZA E CURA DEGLI STATI VEGETATIVI OCCORRE CAMBIARE VERSO

In questi ultimi due anni la politica italiana ha subito sussulti notevoli con nuovi soggetti e un nuovo approccio all’esame dei problemi.

Nell’opinione pubblica, nel mondo scientifico ed in quello economico si è cercato di accelerare i processi di modernizzazione, in una parola si sta tentando di cambiare verso in ogni settore della nostra società

Una Rete Solidale: dal Punto Coma ai Territori

Ha preso il via nel 2015 il progetto “Una Rete Solidale: dal Punto Coma ai Territori”, finanziato dalla
Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, che a livello locale ha coinvolto la
Casa di Accoglienza “Anna Guglielmi” e il Montecatone Rehabilitation Institute.

 

Per illustrare le finalità dell’iniziativa e i risultati
raggiunti è convocata una conferenza stampa